Ferrara, Lucrezia Borgia e Dario Fo

Lucrezia Borgia FO «Scusami una domanda Lucrezia: qual è la città che conosci e stimi maggiormente in Italia?»
«Padre, sei proprio un gran furbo. Fai una domanda e conosci già la risposta. Ne abbiamo accennato ancora in un’altra occasione. E’ un luogo dove ho trascorso giorni indimenticabili, si chiama Ferrara.»
«Brava. E per quale ragione tu la preferisci ad altre?»
«Perché la gente è sinceramente affabile e mi pare abbia un gran senso della comunità, aggiunto ad una voglia di vivere in allegrezza e rispetto per ognuno.»
«Sono d’accordo con te. Mettici pure che possiede palazzi di straordinaria fattezza ed è bagnata tutt’intorno da un Po che si sdoppia per abbracciarla come un innamorato. E’ ricca di mercati a cui giugnono dall’intera Europa. E possiede un’università, lo Studio, dove insegnano fra i maggiori scienziati e uomini di letteratura e poesia.»
«Lo so. E aggiungi pure che è forse la prima città in Italia dove si può assistere a rappresentazioni splendide di teatro. Lì ho assistito a commedie in volgare di una bellezza inimmaginabile. Ma scusami, sbaglio o da quanto o capito è proprio a Ferrara che tu mi consiglieresti di andare a vivere?»
«Ecco, sì.»

Estratto da Dario Fo, La figlia del papa, Chiarelettere, 2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...